• Home
  • Presentazione
  • La prepotenza delle Pubbliche Amministrazioni.
  • Lavoro e infortuni
  • Sicurezza sul lavoro
  • Ultime notizie in campo medico e Sanitario
  • Politica e politici
  • Fotomalefatte
  • Arrivare a fine mese..
  • Contatti
  • Documenti utili
  • E45: Multe, autovelox, vigili e sindaci (VIDEO)
  • Vigili urbani malavitosi e corrotti. Nomi.
  • YouTube non paga la partecipazione alle entrate.
  • I veri razzisti abitano a BERGAMO, TV, VR, BR. e VA.
  • SCUSI, PERCHE' VUOLE ROVINARSI L'ESISTENZA?
  • Violenze e maltrattamenti sulle donne
  • UNA MAREA DI NOTIZIE SUGLI AUTOVELOX SELVAGGI
  • VIDEO, FOTO, PENSIERI, PAROLE E OPERE DI MAIALI
  • VIDEO, FOTO, PENSIERI, PAROLE E AZIONI DA MAIALI
  • Elezioni del 24 e 25.02.2013. Cacciamo via per sempre Belusconi e i suoi compari leghisti. Stampa E-mail
    Scritto da Enzo   
    mercoledý 02 settembre 2009

     

     Sample Image

    www.robedamatti.net.       Cesena, aggiornamento continuo

    Mancano pochi giorni alle elezioni e alla resa dei conti con i tiranni della destra italiana.

    Qui potete leggere molte cose che nessuno ha il coraggio di affermare nei dibattiti televisivi.

    Politicamente parlando, fino a quindici giorni fa Berlusconi era meno credibile e affidabile di Michele Misseri di Avetrana (lo zio della povera Sara Scazzi). Oggi, a tredici giorni dalle elezioni, Bersani, Monti, Casini e Ingroia, con la benedizione di Michele Santoro, Marco Travaglio e Maurizio Crozza, continuano meschinamente a scannarsi a vicenda e fanno di tutto per riconsegnare l’Italia al tiranno Berlusconi e ai suoi tirapiedi razzisti-secessionisti della Lega Nord.

     

    E’ possibile che nessuno di questi tecnici, comici, politici o qualche giornalista amante dell’audience non riescano a capire che accanirsi l’uno contro gli altri favorisce solo Berlusconi, l’amico di Gheddafi, Lukashenko, Maroni, Bossi e Calderoli? Signori politici, zombi e detentori dell’informazione, l’Italia e gli italiani vi guardano e vi sentono. Rianimatevi mentre siete ancora in tempo e abbandonate la stupida convinzione di credere che “Morte tua vita mia” possa portarvi dei vantaggi.

    Assumetevi le vostre responsabilità e lavorate onestamente per ridare al popolo una classe politica senza macchia, capace di creare posti di lavoro e benessere, ma soprattutto, che sappia difendere quella democrazia che da qualche tempo Berlusconi e i suoi amici leghisti stanno facendo barcollare pericolosamente.

    Un appello per non continuare a infierire contro la sinistra, lo rivolgo a Beppe Grillo e voglio ricordargli che, quando venne a Cesena per sponsorizzare la sua lista, trovò per la prima volta, Piazza della Libertà tappezzata di bandierine col simbolo del Movimento Cinque Stelle. Anche sul palco che tenne il comizio, sventolavano sempre per la prima volta, cinque bei vessilli acquistati e posati in opera assieme alle bandierine proprio dal sottoscritto, quando era ancora un attivista e credeva in un Movimento vicino alla sinistra, capace di difendere gli interessi dei pensionati, dei salariati e dei ceti deboli.

    Poi, l’inaspettata delusione, la guerra interna per cercare di apparire, la solita caccia alle poltrone che contano, ma soprattutto la palese volontà di Grillo di togliere voti al PD e consentire a Berlusconi e Bossi di accaparrarsi parecchie amministrazioni comunali, ha tradito le mie attese e ferito gravemente i miei ideali, che hanno nobili radici partigiane. Mai più governi con berlusconiani, leghisti, fascisti e altre maschere rappresentate da schegge staccatesi dalla destra e camuffate con nomi di prestigio, uno per tutti “Fratelli d’Italia”.

    Questi personaggi sono gli stessi che hanno rovinato e portato all’elemosina l’Italia e gli italiani. La sciagurata idea di Berlusconi di consegnare l’Italia e gli italiani ai razzisti-secessionisti della Lega Nord, dopo i terremoti, le guerre e i tumori, è stata la peggiore tragedia che il popolo italiano ha dovuto sopportare negli ultimi vent’anni.

    Silvio Berlusconi, Umberto Bossi, Roberto Maroni, Giulio Tremonti, Roberto Calderoli, Ignazio La Russa, Renato Brunetta, Maurizio Gasparri, Fabrizio Cicchitto, Maurizio Sacconi e Mariastella Gelmini sono i principali responsabili del disastro economico e sociale che ha portato l’Italia a livelli da terzo mondo.

    I’aspirante leghista Tremonti e lo stesso Berlusconi, nonostante lo spread superava i seicento punti prendevano tutti per i fondelli e con un po’ di vigliaccheria assicuravano gli italiani che le cose andavano bene e che la crisi era ormai alle porte.

    Le montagne di euro che i due amici-nemici regalavano agli usurai delle banche hanno costretto migliaia di piccole e medie imprese a chiudere le aziende o a trasferirsi all’estero, creando nuova disoccupazione e altra povertà. Questo succedeva mentre salariati e pensionati italiani non avevano neppure il necessario per sopravvivere.

    Molti ministri, sottosegretari, tesorieri, consiglieri regionali e persino porta borse, arraffavano tutto quello che c’era da arraffare e poco gli importava dell’Italia e degli italiani.

    Berlusconi e il suo ciarpame, Emilio Fede, Lele Mora, Bossi e i suoi vili secessionisti, tutti i lunedì sera, mentre otto milioni d’italiani non avevano nulla da mettere in tavola, si riunivano per abbuffarsi delle migliori e costose leccornie esistenti in commercio.

    Con i soldi di Berlusconi e probabilmente dei contribuenti italiani, organizzavano festini e facevano sesso sfrenato con le più belle ragazze italiane e straniere arrivando a spendere cinquemila € per una scopata che, visti i protagonisti, magari non veniva neanche consumata.

    Questi indegni rappresentati dell’Italia e degli italiani, oltre alle vergognose vicende giudiziarie che le riguardavano e che ancora oggi dovranno essere chiarite, si sono divisi le ricchezze di un paese tra i più ricchi del mondo, la nostra cara Italia. Hanno permesso alle banche d’inveire contro le piccole e medie imprese facendone fallire a migliaia, altre a chiudere e altre ancora a trasferirsi definitivamente all’estero.

    L’insensato sistema di governare e il saccheggio dei soldi dei contribuenti, ha generato una crisi senza precedenti (quando è arrivata la vera crisi mondiale da noi c’era già da più di un anno e mezzo), creando la perdita di 700 mila posti di lavoro, la crescita dei disoccupati e il conseguente aumento della miseria.

    Tutto questo è stato possibile perché, Bossi, Maroni e altri 313 compari e comari che componevano la maggioranza guidata dal cavaliere playboy, con il loro voto-vergogna in pratica, hanno fatto sapere al mondo che Ruby è veramente la nipote di Mubarak.

    Se aggiungiamo che Berlusconi invece di occuparsi dei gravi problemi del paese, pensava ai suoi guai con la giustizia, al bunga bunga, alle amicizie con i tiranni Lukashenko e Gheddafi, con particolare attaccamento a quest’ultimo, osannato e premiato con il tanto noto, quanto ridicolo e ripugnante baciamano, ogni italiano ha il dovere di dimenticare per sempre la destra fascio-leghista, i cosiddetti “Fratelli d’Italia” dei La Russa, Gasparri e simili e, soprattutto, il suo pessimo e indegno rappresentante detto anche Silvio Berlusconi.

                                                                                                  

                                                                                                              Enzo Cusmà

     

    "Aggiungi commento"



    "Aggiorna"

    < Prec.   Pros. >
  • Informativa privacy
  • Il mio video su YouTube viaggia verso le 150.000 visualizzazioni.
  • CuriositÓ
  • Barzellette sui vigili urbani
  • La posta del lettore
  • Notizie locali
  • Quanto costa il carburante a Cesena?
  • Luoghi per vacanze
  • TABACCAIA DI ASTI: NUOVO OMICIDIO DI STATO
  • La sosta selvaggia dei vigili
  • Elezioni mministrative 09 - CESENA
  • Bellezza femminile ok
  • Di Pietro ed Occhetto candidano l'infame musulmana
  • Con 4 ministri razzisti l'Italia non ha futuro.
  • Tutto quello che tutti devono sapere.
  • VIDEO PER TUTTI I GUSTI
  • AUTOVELOX E45: VIGILI CACCIATI PERCHE' BARAVANO