• Home
  • Presentazione
  • La prepotenza delle Pubbliche Amministrazioni.
  • Lavoro e infortuni
  • Sicurezza sul lavoro
  • Ultime notizie in campo medico e Sanitario
  • Politica e politici
  • Fotomalefatte
  • Arrivare a fine mese..
  • Contatti
  • Documenti utili
  • E45: Multe, autovelox, vigili e sindaci (VIDEO)
  • Vigili urbani malavitosi e corrotti. Nomi.
  • YouTube non paga la partecipazione alle entrate.
  • I veri razzisti abitano a BERGAMO, TV, VR, BR. e VA.
  • SCUSI, PERCHE' VUOLE ROVINARSI L'ESISTENZA?
  • Violenze e maltrattamenti sulle donne
  • UNA MAREA DI NOTIZIE SUGLI AUTOVELOX SELVAGGI
  • VIDEO, FOTO, PENSIERI, PAROLE E OPERE DI MAIALI
  • VIDEO, FOTO, PENSIERI, PAROLE E AZIONI DA MAIALI
  • I sindaci e i capi dei vigili dicano la veritÓ sulla percentuale delle multe. Stampa E-mail
    Scritto da Enzo   
    giovedý 04 ottobre 2007

     

    www.robedamatti.net        Cesena, 4 ottobre 2007. 

    VIVA LA DEMOCRAZIA ED IL RISPETTO PER I SUDDITI SOVRANI.        

    ____________________________

    Guardate quelle due signore in bici (Prima foto in alto), quali peripezie sono costrette a fare per evitare l'auto dei vigili lasciata tranquillamente nel bel mezzo della pista ciclabile nonostante dalla parte opposta della strada vi erano dei parcheggi liberi. A poco meno di 5 metri di distanza vi erano pure 2 siringhe con gli aghi ancora insanguinati (2^ foto), abbandonate sul marciapiede. Tenendo conto che una siringa è molto più piccola di un'auto e non serve a far cassa, i residenti si sono sostituiti ai vigili, che in quel momento erano impegnati a distribuire multe selvagge per disco orario scaduto, ed hanno provveduto a ripulire e disinfettare il marciapiede in questione.

     

    Sample Image 

    Sample Image        I

    I nostri padri partigiani per difendere l'Italia e gli italiani dalle manganellate e dallo squadrismo, hanno combattuto e vinto una guerra. Oggi, a distanza di 65 anni, alcuni ex vigili urbani decidono di candidarsi alle prossime comunali e guarda caso, la maggioranza di essi è spalleggiata da partiti squadristi, dal veleno leghista e dai sindaci che propongono di rispolverare gli odiosi manganelli.

    In altra parte di questo sito, ho affermato che noi italiani siamo diventati dei numeri da uno a 60 milioni, sfruttati e trattati peggio di come avviene negli allevamenti di animali e, visto come si stanno mettendo le cose, purtroppo devo constatare che negli anni a venire le cose possono solo peggiorare.

    Lo faccio malvolentieri, ma devo ricordare a tutti che grazie ai comandanti dei vigili urbani e ai sindaci, che per risanare i loro bilanci con le contravvenzioni selvagge si sono letteralmente impossessati delle nostre città, requisendo tutti gli spazi adibiti a libero parcheggio per trasformarle in aree a pagamento impedirci, di fatto, di poterci muovere per vivere e svolgere le nostre attività lavorative, l’utente della strada è diventato facile preda degli avvoltoi senza scrupoli, detti anche vigili urbani.

    Ora, però, signori governanti, volenti o nolenti dovete rendervi conto che vi sono dei limiti che non possono e non devono essere superati neanche da voi. Provate a ragionare e ad immaginare cosa sarebbe successo se quei sei vigili di Torino fossero stati armati di manganello ed avrebbero fatto male al solito cittadino inerme.

    Gli italiani signori sindaci, sono sempre le stesse brave persone ai quali avete chiesto di votarvi promettendogli maliziosamente i soliti mari e monti, ed in questo momento non hanno assolutamente bisogno né di essere ulteriormente spremute con le multe selvagge né tantomeno di manganellate.

    Per allentare l'ormai preoccupante tensione creatasi tra certe amministrazioni comunali dislocate in tutta la penisola ed i cittadini, basterebbe solo che ogni sindaco operasse con maggiore rispetto per i suoi cittadini e con meno ingordigia di quel denaro pubblico, che come tutti sanno, quando non viene fatto sparire, spesso viene speso male.

    Alcuni comandanti di P.M., invece, per cercare una difficilissima riconciliazione con la cittadinanza, a mio censurabile giudizio dovrebbero invertire l’attuale modo di pensare e di agire. Impiegare l'80% dei vigili in organico, per cacciare le auto in sosta col disco orario scaduto di qualche minuto, se non addirittura di pochi secondi, o per nascondere gli autovelox persino nei bidoni per l'immondizia, come avviene attualmente, non è certo la stessa cosa se quel personale fosse impiegato per la giusta repressione di quei cittadini veramente indisciplinati o per lavori utili e necessari all'intera collettività, come la prevenzione d'incidenti sui luoghi di lavoro, la lotta alle assunzioni nere, il controllo dei prezzi negli esercizi commerciali, il controllo delle buche nel manto stradale, la posizione corretta della segnaletica, l'allontanamento dei nomadi appostati ai semafori, una vera ed efficiente collaborazione con la polizia di stato e i carabinieri per il mantenimento dell'ordine pubblico, eccetera.

    Non è assolutamente possibile che un cittadino possa continuare a lamentarsi del comportamento dei comuni e degli stessi vigili mandati spesso allo sbaraglio dai loro comandanti dei quali, a dire il vero parliamo poco, ma ai quali vanno attribuite il 90% di responsabilità, dei malcontenti e di molte disavventure degli agenti costretti ad eseguire i loro ordini. A tale proposito voglio ricordare che se un vigile non è d'accordo col suo comandante, che lo obbliga a svolgere il proprio lavoro, quasi sempre nella stessa zona della città, e che indubbiamente lo rende antipatico ed odioso per chi in una settimana ha già beccato una o due multe per il solito divieto di sosta o col vergognoso impiego dell’autovelox, non può né rifiutarsi di farlo né chiedere un colloquio diretto col sindaco per cercare di far valere i suoi giusti diritti. Strano, ma le cose purtroppo stanno così!

    Per quanto sopra, il sottoscritto riconosce con pieno merito il lavoro "forzato" dei vigili e invita i cittadini sottoposti a continue persecuzioni, di protestare e di fare sentire la loro voce con qualsiasi mezzo d’informazione o, meglio ancora, di andare a chiedere spiegazioni direttamente ai comandanti delle stazioni di polizia municipale e ai sindaci che, probabilmente, non troveranno mai, perché, come loro consuetudine, saranno o in riunione o fuori sede.

    Se ciò è accaduto e dovesse ripetersi, si possono sempre scegliere altre strade sicuramente più convincenti, che li esporrebbero alla derisione dell'intera città. Infatti, chiedere spiegazioni d’avanti il davanzale delle loro finestre, segnalare le malefatte al Prefetto e, se esistono motivazioni più gravi, denunciarli direttamente alla Procura della Repubblica, senza ombra di dubbio servirebbe per portare alla ragione quei signori.

    Tra le altre cose, i signori sindaci e gli stessi comandanti dei vigili, tengano presente che la popolazione da troppo tempo sta aspettando di sapere la verità sui premi di diligenza, ora denominati fondi pensione per i vigili urbani o meglio percentuale sulle multe. Questa verità è ormai ora che venga a galla e che sia portata a conoscenza di tutti quei cittadini che nutrono fondati sospetti di vergognose malefatte.

    Per quanto riguarda la dotazione di armi alla polizia municipale, visto che le pistole uccidono, vanno date a chi le sa usare: Carabinieri, poliziotti e finanzieri. Prima di avere in dotazione una pistola, i vigili devono superare severe prove teoriche pratiche, prove alle quali non tutti i vigili urbani, specie in passato, sono stati sottoposti.

    Per finire, e per chiudere in bellezza questo articolo, voglio esprimere la mia ferma opinione e quella del 99,9% dei cittadini italiani:

    SPRAY E MANGANELLI IN MOLTISSIMI CASI DEVONO ESSERE CONSEGNATI AI CITTADINI CHE, CON CERTEZZA, SANNO COME E QUANDO USARLI.

    Ai vigili che con le multe selvagge hanno fatto l’unica ragione di vita, ai comandanti di P.M. che odiosamente esigono tolleranza zero e ai sindaci che consentono simili comportamenti, faccio volentieri questi doni: 

    Sample ImageSample Image

    Il primo per pulire le scarpe dei Giudici di Pace che finalmente hanno capito dove sta il marcio. Il secondo per pulire i WC di tutti gli utenti della strada.                                                             

                                                                                                                Enzo Cusmà

     

    "Aggiungi commento"



    "Aggiorna"

    < Prec.   Pros. >
  • Informativa privacy
  • Il mio video su YouTube viaggia verso le 150.000 visualizzazioni.
  • CuriositÓ
  • Barzellette sui vigili urbani
  • La posta del lettore
  • Notizie locali
  • Quanto costa il carburante a Cesena?
  • Luoghi per vacanze
  • TABACCAIA DI ASTI: NUOVO OMICIDIO DI STATO
  • La sosta selvaggia dei vigili
  • Elezioni mministrative 09 - CESENA
  • Bellezza femminile ok
  • Di Pietro ed Occhetto candidano l'infame musulmana
  • Con 4 ministri razzisti l'Italia non ha futuro.
  • Tutto quello che tutti devono sapere.
  • VIDEO PER TUTTI I GUSTI
  • AUTOVELOX E45: VIGILI CACCIATI PERCHE' BARAVANO